Richiedi un preventivo
Lingue più studiate al mondo

Quali sono le lingue più studiate al mondo

Nel corso dei precedenti articoli sono stati forniti dati utili in merito alle lingue più tradotte nel web e alle lingue più parlate dagli utenti online. Se descrivere l’evoluzione degli idiomi nel mondo digitale è un’impresa fattibile, quella di stilare una classifica delle lingue più studiate al mondo appare, invece, poco verosimile. Come mai?

Si tratterebbe di condurre un’indagine sistematica sullo studio dei vari idiomi in tutti i Paesi del mondo, anche quelli in cui gli istituti di cultura e i poli di insegnamento/apprendimento sono quasi inesistenti (ne sono un esempio molti Paesi africani nei quali lo studio dell’italiano sta conoscendo una diffusione sempre più ampia senza, però, poter essere adeguatamente censita). Eliminato dunque il bisogno impellente di comprendere quale lingua mettere sul podio, è possibile fornire, però, una panoramica generale degli idiomi più studiati a livello mondiale.

Un tuffo tra le lingue parlate e studiate

Il panorama linguistico globale è formato da più di 7000 idiomi differenti. Com’è possibile comprendersi e comunicare in questo marasma di lingue e culture diverse? Grazie al loro apprendimento: lo studio delle lingue straniere funge da ponte tra gli abitanti del mondo e da chiave di accesso a entusiasmanti opportunità di lavoro e di viaggio.

Tra le lingue più parlate al mondo e quelle più studiate non vi è una corrispondenza millimetrica. Le prime vedono ai vertici della classifica il cinese mandarino, seguito dall’inglese e dallo spagnolo. Le seconde comprendono quelle da cui la popolazione mondiale è maggiormente attratta e che vengono apprese in misura maggiore. Qualora ve lo steste chiedendo, no, questi idiomi non coincidono con quelli più parlati.

Gli idiomi più studiati del globo

Ecco un elenco delle lingue più studiate nel mondo (qui di seguito riportate in ordine sparso per i motivi spiegati nella parte introduttiva dell’articolo):

La netta prevalenza delle lingue europee è essenzialmente una questione culturale, d’altronde per comprendere la cultura di un Paese occorre passare per l’apprendimento della sua lingua e la lettura dei suoi scrittori più famosi. Non è, però, da trascurare la presenza delle lingue asiatiche che, per quanto difficili da apprendere, stanno acquisendo un’importanza sempre maggiore nel mondo degli affari. Questo significa che l’elenco subirà inevitabili modifiche nel corso degli anni a venire.

Leggi anche: Boom del cinese, ecco la lingua del futuro

Lingue più studiate in Europa e in Italia

Stando ai dati rilevati in riferimento agli studenti delle classi tradizionali, tra le lingue più studiate in Europa compaiono l’inglese (97,3%), il francese, il tedesco, lo spagnolo, il russo e l’italiano (1,1%).

Per quanto concerne l’Italia, il contesto scolastico offre l’insegnamento dell’inglese (prima lingua straniera obbligatoria), del francese, dello spagnolo e del tedesco: si tratta, però, di una tendenza soggetta ad evoluzione, perché in molte scuole italiane il numero degli studenti che scelgono lo spagnolo come seconda lingua straniera al posto del francese sta aumentando sempre più. Un dato interessante riguarda anche le Università e le scuole private, all’interno delle quali sta crescendo l’interesse per il russo e l’arabo.